Facebook posta@fontanarugby.com

Minirugby


Il minirugby è lo sport di squadra per eccellenza.

Sotto l’aspetto caratteriale, facilita la capacità di socializzare ed insegna il rispetto degli altri, avversari, compagni, arbitri, educatori. La lealtà è parte essenziale del gioco. Il rugby si è rivelato utile in alcuni casi di bambini iper-agitati e poco inclini alla disciplina. Allo stesso tempo può aiutare i bimbi molto chiusi, con poca confidenza in sé, ad aprirsi e trovare la propria dimensione.

Dal punto di vista educativo il rugby è uno degli sport più completi, si deve stare attenti a non far male, a far giocare tutti, a cooperare. Il minirugby favorisce l’integrazione: le bambine fino ai 12 anni giocano con i maschi; i bambini diversamente abili sono normalmente integrati nella squadra.

Il rugby è uno sport di contatto col terreno e con avversari e compagni: si cade a terra, si placca, si spinge nella mischia. Nel minirugby le regole di gioco si sono evolute in modo da minimizzare i rischi: il rugby che praticano i bambini non prevede colpi o mischie. Si può cadere, il contatto fisico è frequente, ma i danni che i bimbi riportano non superano in numero e gravità quelli che si possono subire giocando a pallavolo o a calcio. Inoltre il rugby insegna a cadere senza farsi male, ad avere contatti fisici senza creare danni a se stessi e agli avversari.

Correre, scattare, saltare, rotolare a terra: giocare a rugby favorisce lo sviluppo motorio e muscolare.

Gli allenamenti per la stagione 2019/2020 iniziano il 3 settembre 2019, ogni martedì e giovedì dalle 17.30 alle 19.00. Le partite si svolgono la domenica.

Regolamento Minirugby 2017-2018





Femminile


Il Rugby Femminile è lo sport di squadra rivolto alle ragazze dai 12 ai 15 anni, che vogliono provare la disciplina ed i valori del rugby. Per giocare a Rugby non sono richieste doti fisiche particolari.

Il rugby è una disciplina completa, che allena tutto il corpo e migliora la coordinazione: durante una partita si corre, si salta, si afferra la palla con le mani e si calcia con i piedi; in pratica, si esegue un vero e proprio allenamento total-body. Questo rende una partita di rugby molto simile a una seduta di allenamento in palestra che coinvolge tutti i muscoli del corpo e impegna in modo totale sia il fisico, sia la mente. Gli allenamenti danno una mano a ottenere glutei più forti e tonici: nelle fasi di accelerazione occorre puntare molto sul lavoro dei muscoli del lato B, e ciò assicura enormi benefici per questa parte, sia in termini di forza, sia sotto il punto di vista della potenza.

Il rugby allena anche la testa perché aiuta a sviluppare una forte determinazione, insegna a non mollare, nemmeno di un centimetro. Inoltre all’interno della partita occorre fare velocemente delle scelte di gioco. Questo può aiutare a prendere in modo più immediato delle decisioni anche nella vita di tutti i giorni.

Grazie alla palla ovale si impara a lavorare in team, senza sacrificare il proprio talento: nel rugby sono fondamentali il sostegno e la solidarietà fra compagne, princìpi di questo sport in cui da soli non si va da nessuna parte. Giocare insieme per impedire l’avanzamento dell’avversario e raggiungere la vittoria è sempre frutto di un lavoro di squadra, in cui le qualità individuali non si azzerano ma si esaltano.

Le donne con un elevata consapevolezza nelle proprie capacità percepiscono meno gli sforzi e gli stress legati all’attività fisica: questa è una condizione che porta ad allenarsi con maggiore costanza e motivazione.

Gli allenamenti per la stagione 2019/2020 iniziano il 3 settembre 2019, ogni martedì e giovedì dalle 18.30 alle 20.00. Le partite si giocano di domenica.

Regolamento Under 14 Femminile 2017-2018

Regolamento Under16 Femminile 2017-2018





Rugby Old


Il Rugby Old è lo sport di squadra rivolto agli sportivi non più giovani, che hanno passione nel rugby e nelle attività di squadra.
Per giocare a Rugby non sono richieste doti fisiche particolari.
Lo spirito del gioco Old si sintetizza in “Divertimento, Amicizia e Fratellanza”.
Nelle regole è interdetto il fuorigioco, il gioco troppo vigoroso, il comportamento antisportivo. Lo scopo è quello di favorire il piacere di giocare minimizzando quanto più possibile i rischi fisici.
Per tutelare l’integrità dei giocatori più anziani (in pratica non ci sono limiti d’età) è stato stabilito di identificare i rugbisti secondo la loro età.
L’età minima per essere giocatori olds va dai 35 anni in su, ma anche atleti più giovani sono ben accetti per un allenamento in compagnia.
Non si spinge in mischia e non si colpisce con la testa.
Non si può calciare fuori dalla linea dei propri 22 metri
Un giocatore può essere sostituito in qualsiasi momento del match, indipendentemente dal ruolo.
Un giocatore non può portare il pallone per più di 20 metri (dopodiché lo deve obbligatoriamente passare).

Il Rugby Old è nato per divertirci con un sano allenamento e per mantenere vivo il legame tra giocatori, genitori e amici, in attività o meno, del Fontana Rugby.
Ci proponiamo come punto di riferimento per tutti coloro che amano il Rugby ed intendono collaborare con l’associazione nel raggiungimento dei suoi obiettivi.